L’arte della Maschera

laboratorio di teatro di maschera

L’arte della Maschera

laboratorio di teatro di maschera

Le maschere sono arcaiche e archetipiche, spietate ma anche poetiche. Calzare una maschera significa divenire ciò che la maschera rappresenta e richiede una completa disponibilità per permetterle di manifestarsi e compiere la metamorfosi. Costituisce quindi una grossa sfida e pone l’attore in un radicale confronto con il proprio corpo, fino a prendere coscienza del proprio strumento per trovare un’unità tra pensiero, azione e comunicazione.

Questo permette di mantenere vivo un codice universale, che abbraccia ogni tempo e ogni luogo, in un teatro di archetipi, in cui il pubblico possa ritrovare e riconoscere gli aspetti più profondi e semplici dell’essere umano. Le maschere infatti rivelano più di quanto nascondano. Coprendo l’espressività del viso, obbligano l’attore ad un coinvolgimento fisico completo, ad un’amplificazione e ad un’assoluta precisione del gesto, fondate sulla totale autenticità e verità del corpo. Attraverso la tecnica della maschera si possono sviluppare gli elementi essenziali del teatro, quali il gioco, l’immaginazione, il ritmo, l’ascolto di sé e degli altri, il senso dello spazio, l’improvvisazione. È indubbiamente una delle vie migliori per scardinare i propri limiti espressivi, affinare la coscienza di sé, stimolare il processo creativo e sviluppare l’intelligenza e l’abilità sceniche dell’attore, permettendogli di affrontare ogni tipo di genere teatrale, con o senza maschera.

Associazione BRAT - ETS
Via Pampaluna 66, 33050 Porpetto UD
Email: info@compagniabrat.it
Telefono: +39 340 609 6652

Trasparenza